Bioarchitettura

, ,

a cura di Luigi Bellaria

Viviamo gran parte della nostra giornata in ambienti confinati casa-ufficio-negozi-asili-scuola-locali pubblici-ospedali (li raggrupperemo  per comodità col termine generico casa).

Esaltare le qualità della nostra casa non occorre pensare di cambiare questo luogo abitativo, ma dobbiamo concepirne uno dotato di requisiti tali da permettere una miglioria di benessere psicofisico e trovare una corretta soluzione degli spazi interni abitativi con identità personale di chi ci abita.

La casa si deve evolvere e trasformare a secondo delle esigenze di chi ci abita.

Il tessuto cutaneo che riveste il nostro corpo, indumenti nei quali trascorriamo la nostra giornata il luogo abitato in generale sono strettamente legati da una stessa valutazione: dobbiamo trovarci a nostro agio, devono permettere di ripararci da agenti atmosferici e dare la possibilità di traspirare e trovare un nostro microclima ideale.

Quante volte infatti a causa di una errata esposizione al sole soffriamo di eritemi solari, a causa di un abbigliamento acquistato frettolosamente abbiamo un eccesso di sudorazione e quindi un innalzamento della temperatura con relativi fastidi e per ultimo una casa che non riusciamo a riscaldare come vorremmo se non con costi eccessivi dell’impianto di riscaldamento piuttosto che l’acquisto di condizionatori della stagione calda, muffe che si presentano in cucina o in bagno, risvegli notturni, insofferenza e malavoglia al mattino di alzarci in quanto ci sentiamo più stanchi di quando ci siamo coricati.

 …. Tutto questo è stato l’inizio di una consapevolezza e di uno stimolo ad approfondire una ricerca della qualità dell’abitare la nostra casa, vivere una filosofia dell’abitare in rispetto alla natura con l’utilizzo di materiali non inquinanti e realizzare ambienti che siano in armonia con l’uomo e le sue esigenze vitali.

ARGOMENTI COLLEGATI

La rete di Hartmann

Campi elettromagnetici

Impianto elettrico

Illuminazione naturale

Ergonomia letto

Ergonomia sedute

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento