Maggio: frutta e verdura del mese

,

Maggio è arrivato…le giornate si allungano, cambiano i profumi che ci sono nell’aria, le temperature iniziano ad alzarsi ed è un mese che ci regala tante primizie. Verdure che ci permettono anche di detossificare il nostro corpo dalle scorie accumulate durante l’inverno.

Le verdure: fave, piselli, asparagi, agretti, puntarelle, cipollotti, cicorie, catalogna, finocchi, fagiolini, spinaci, carote novelle, rapanelli e rucola. Le foglie dei ciuffi delle carote e quelle dei rapanelli possono essere usate, insieme alla frutta secca, per preparare dei pesti per condire i cereali integrali, la pasta, per dare un tocco in più alla verdura cotta a vapore e quant’altro la vostra fantasia vi suggerisce. Arrivano le prime zucchine ed i loro fiori. Possiamo arricchire e colorare le nostre insalate aggiungendo dei fiori eduli che troviamo nei prati: margherite, violette, fiori di tarassaco.

La frutta: fragole e nespole la fanno da padrone…alla fine del mese arriveranno le prime ciliegie.

Le verdure che maggio ci mette a disposizione sono quasi tutte verdure di colore verde.

Le piante verdi contengono una sostanza responsabile del loro colore e necessaria alla loro sopravvivenza, la CLOROFILLA. Si tratta di un pigmento presente in tutte le piante che ha lo scopo di assorbire la luce solare ed innescare la fotosintesi, il processo tramite il quale si produce ossigeno. Definita “sangue vegetale” perché la sua composizione richiama quella dell’emoglobina, proteina presente nei globuli rossi necessaria al trasporto di ossigeno (nella clorofilla il ferro è sostituito dal magnesio). Per questo motivo è considerata un rigeneratore cellulare.

La clorofilla contiene molto ferro biologico assimilabile, utile in casi di anemia e per migliorare il rendimento sportivo. Contiene anche molti altri nutrienti essenziali come la vitamina A, C, E, K e minerali come magnesio, ferro, potassio e calcio. Ricca di sostanze antiossidanti e polifenoli con proprietà anti infiammatorie e di acidi grassi essenziali.

La clorofilla supporta poi la funzionalità del fegato e lo aiuta nei processi di depurazione ed eliminazione di tossine.

Per poter godere di tutti i benefici della clorofilla è bene consumare la verdura cruda o cotta al vapore. Aggiungendo del succo di limone aiutiamo l’assorbimento del ferro ed aggiungendo olio extra vergine di oliva, semi, noci, avocado ed olive per aiutare l’assorbimento delle vitamine liposolubili.

Questa Minestra di asparagi e piselli ci permette di utilizzare diverse verdure che il mese di maggio ci regala.

 

Minestra di asparagi e piselli

Le temperature stanno aumentando ma per la cena si ha ancora il desiderio di assaporare qualcosa di caldo. Vi propongo questa minestra di asparagi e piselli per utilizzare diverse verdure che il mese di maggio ci offre. Può essere servita calda o tiepita.

Ingredienti:
2 gambi di sedano
2 cipollotti
2 carote
250 g di asparagi
250 g di piselli freschi
100 g di miglio
600 g di brodo vegetale
sale
125 g di yogurt di cocco
4 cucchiai di olio aromatizzato al basilico (frullare qualche foglia di basilico con l’olio)

Preparazione
Pulire e lavare le verdure. Tagliare finemente il cipollotto, la carota ed il sedano a cubetti, gli asparagi a rondelle tenendo da parte le punte. Versare tutte le verdure in una pentola, unire il miglio ed il brodo vegetale. Mettere sul fuoco, portare a bollore e cuocere per 25-30 minuti.
Servire con qualche cucchiaio di yogurt di cocco e condire con l’olio aromatizzato al basilico.

Risotto con carciofi e granella di nocciole

Ingredienti:
280 g di riso carnaroli semintegrale
2 cipollotti
4 carciofi
2 cucchiai di burro di mandorle
2 cucchiai di granella di nocciole
1 limone – la scorza tritata
Brodo vegetale

Preparazione
Tritare finemente i cipollotti e farli stufare con 2 cucchiai di acqua. Quando risultano belli morbidi, unire il riso e farlo tostare leggermente. Proseguire la cottura aggiungendo man mano il brodo vegetale fino a cottura. Due minuti prima di togliere dal fuoco mantecare con il burro di mandorle.
Nel frattempo pulire i carciofi, tagliarli a spicchi e cuocerli in una pentola con un pizzico di sale e due cucchiai di acqua.
Servire il risotto adagiando sopra i carciofi e spolverare con la scorza del limone e la granella di nocciole.

Stanno arrivando i primi asparagi. La stesa ricetta può essere proposta sostituendo i carciofi con gli asparagi tagliati a rondelle.